SAN GIMIGNANO: DUE PERLE NASCOSTE E DUE CONSIGLI

Come godersi la visita a questo splendido borgo nonostante la calca di turisti
San Gimignano è una meta molto agognata, soprattutto in estate… Ecco perché noi abbiamo trovato due alternative quasi completamente deserte: la Torre e Casa Campatelli e il Convento di Monte Oliveto Minore. Vi daremo anche un consiglio su dove parcheggiare e un’idea per un pranzo veloce ed economico poco lontano da San Gimignano…

APRILE 2022

Gite, esplorazioni, avventure e relax
Aprile è stato un mese all’insegna di tante attività diverse… Alcune a Firenze, come la riscoperta di musei e giardini, altre poco lontano, ad esempio una gita a Piteglio e un’altra a San Gimignano; abbiamo visitato luoghi di cultura, assistito ad uno spettacolo al Teatro Pergola e mangiato in sagre e ristoranti, senza dimenticare i piatti preparati a casa… C’è stata la grande emozione di un volo in mongolfiera e la calma tranquillità delle sere trascorse sul divano a leggere o a guardare un film…

TREKKING URBANO A CASTELLO

Una passeggiata ad anello tra ville medicee, chiese e antiche dimore
Il percorso, che si snoda tra le vie di Castello, è caratterizzato da luoghi di grande interesse storico, artistico e paesaggistico. Famose sono le ville medicee di Castello e della Petraia, con i loro meravigliosi giardini all’italiana, ma anche altre dimore come Villa Corsini e Villa La Quiete alle Montalve.

UNA GIORNATA ALL’IMPRUNETA

Cosa fare tra arte, cibo e natura
Questa piccola e graziosa cittadina offre la possibilità di dedicarsi ad attività differenti: dal buon cibo e dal relax in una piscina panoramica alle passeggiate nella natura e tra i vigneti, fino alla visita di musei e luoghi sacri. In effetti io e Lorenzo abbiamo colto in una giornata un po’ tutti questi interessi: attirati da un gustoso pranzo, abbiamo poi fatto una bella passeggiata ed infine abbiamo visitato il Santuario di Santa Maria ad Impruneta…

L’AREA ARCHEOLOGICA E NATURALISTICA DI PIETRAMARINA

Il Masso del Diavolo, gli scavi etruschi e un pranzo a Pistoia
Un percorso adatto a tutti, ricco di una suggestione magica e di grande interesse a diversi livelli: la natura sorprende con l’armonia dei lecci e di un bosco incantevole; gli scavi archeologici richiamano l’attenzione ad una storia di cui rimangono solo imponenti tracce; il masso del Diavolo racconta di leggende di uomini e donne del luogo, superstizioni, ma anche piccole verità nascoste, perché, se si arriva da soli, nel silenzio del bosco, scorgendola attraverso il lecceto, quella mastodontica pietra trasmette davvero un’area di sacrale mistero…
Infine, scopriamo il ristorante Secco di Pistoia, il cui menu vuole promuovere il valore delle bollicine italiane, nella graziosa cornice della pizzetta Spirito Santo.