TREKKING A TAVARNELLE VAL DI PESA

Un doppio anello tra vigne e olivi, pievi e casolari
Una giornata a Tavarnelle, un piccolo paesino a trenta minuti in auto da Firenze. Come sempre, abbiamo cercato di non farci mancare niente: un bel trekking, tranquillo e rilassante, tra vigne e olivi, la visita ad alcuni luoghi storici come la Pieve di San Pietro in Bossolo, i banchi del grande mercato autunnale a Tavarnelle. Per pranzo, abbiamo scelto l’agriturismo La Palma, riparato e con prodotti a km0…

TREKKING A CARMIGNANELLO

Sulle pendici di Monte Morello,
un percorso tra due fonti e antiche architetture

Un’iniziativa della ProLoco di Sesto Fiorentino ci ha offerto una ghiotta occasione per scoprire un’area del nostro territorio vicinissima a Firenze, ma che avevamo a lungo trascurato… Abbiamo così scoperto l’ex-monastero di Carmignanello, la chiesetta romanica di San Bartolomeo e la Torre di Baracca; siamo passati dalla Fonte Giallina e abbiamo raggiunto quella dei Seppi, godendo di uno stupendo panorama su Firenze!

TORRI DEL VAJOLET E RIFUGIO RE ALBERTO I

Un trekking impegnativo ma emozionante sul Catinaccio
Con l’impianto di risalita di Vigo di Fassa arriviamo fino al panoramico belvedere del Ciampedie. Da qui parte il nostro trekking che tocca prima il rifugio Vajolet (proprio sotto le torri) e poi quello di Re Alberto I, incastonato tra la roccia.

LE SCRITTE DEI PASTORI IN VAL DI FIEMME

Un trekking semplice e affascinante a due passi da Tesero
A pochi chilometri dal borgo, sulle pendici del Monte Cornon, è possibile vedere le scritte dei pastori che nei secoli scorsi hanno condotto i greggi in questi luoghi e hanno lasciato traccia del proprio passaggio… L’itinerario è adatto a tutti, ben segnato e gradevole sia per la scoperta delle scritte rossastre sia per gli scorci sulla valle e sui monti sia anche per il sassoso torrente con la sua ripida cascata.

TREKKING DIRETTO AL PIZ BOE’

Un itinerario lunare per chi ama l’adrenalina della vetta
Il percorso da Sass Pordoi alla cima del Piz Boè è uno dei più frequentati e durante l’estate è famoso anche per le carovane di persone in fila indiana che intasano il sentiero. Visitare questo luogo stupendo fuori stagione, quindi, è davvero un’ottima idea! Meglio ancora se è possibile compiere un trekking più lungo, includendo anche altre tappe e rendendo più vario il paesaggio…

PASSEGGIATA DI SAN VALERIO

Un percorso storico e naturalistico a Cavalese
Provato con il bello e con il cattivo tempo, con il caldo di agosto e il freddo innevato di febbraio, questo sentiero, semplice ma non scontato, ci porta alla scoperta di luoghi ricchi di storia e di una natura piena di sorprese.
Ecco, quindi, un bel percorso nella parte bassa di Cavalese con alcune informazioni interessanti sulla Chiesa di San Valerio e sull’antica segheria veneziana…

TREKKING AD ANELLO A CHIAPPORATO

Un percorso tra i ruderi nel Parco dei Laghi di Suviana e Brasimone
La grande bellezza di questo trekking ad anello, un po’ lungo e con alcuni momenti più impegnativi, è la sua straordinaria varietà: la natura ci sorprende con boschi e paesaggi diversi, rocce e corsi d’acqua, faggete e abetaie, sentieri coperti da muschi o foglie. In tutto ciò, l’uomo contribuisce a generare la sorpresa di chi si avventura per queste strade con case abbandonate, un intero borgo fantasma, edicole votive, ma anche chiese e paesi ben costruiti e che si possono ammirare nei panorami.

TREKKING A SAN DONATO IN COLLINA

L’anello da Fonte Santa a Poggio di Firenze e la sagra delle frittelle
Un percorso di quattro ore alla scoperta dei dintorni di San Donato in Collina: dal Rifugio Fonte Santa alle statue del parco fino alle suggestive rovine del Palazzaccio di Marcignano. Siamo saliti fino alla cima di Poggio di Firenze e poi scesi al laghetto di Gamberaia… E per finire: le frittelle di riso calde alla sagra del paese!

TREKKING AD ANELLO SUL MONTE CUCAL

Un sentiero quasi sconosciuto per ammirare la Val di Fiemme
da Tesero a Castello

Questo stupendo percorso è poco frequentato anche in alta stagione ed è la passeggiata ideale per godere del silenzio e di un panorama mozzafiato. Quella che si gode dalla cima, infatti, è una delle viste più ampie e suggestive della Val di Fiemme! Ottima idea per un picnic, si percorrono pascoli di mucche, fitti boschi di abeti e prati con variopinte farfalle.
La facilità del percorso, poi, lo rende percorribile anche durante l’autunno e l’inverno…