SAN GIMIGNANO: DUE PERLE NASCOSTE E DUE CONSIGLI

Come godersi la visita a questo splendido borgo nonostante la calca di turisti
San Gimignano è una meta molto agognata, soprattutto in estate… Ecco perché noi abbiamo trovato due alternative quasi completamente deserte: la Torre e Casa Campatelli e il Convento di Monte Oliveto Minore. Vi daremo anche un consiglio su dove parcheggiare e un’idea per un pranzo veloce ed economico poco lontano da San Gimignano…

IL RESTAURO DELLA CAPPELLA BRANCACCI

Una possibilità unica per ammirare gli affreschi salendo sui ponteggi
I restauri della Cappella Brancacci offrono una ghiotta occasione per godere da vicino della vista delle opere di Masolino, Masaccio e Filippino Lippi… Rimaniamo colpiti dai dettagli, dai colori nitidi e dalla grandezza degli affreschi e possiamo scorgere i segni dello scorre del tempo su queste incredibile patrimonio.

APRILE 2022

Gite, esplorazioni, avventure e relax
Aprile è stato un mese all’insegna di tante attività diverse… Alcune a Firenze, come la riscoperta di musei e giardini, altre poco lontano, ad esempio una gita a Piteglio e un’altra a San Gimignano; abbiamo visitato luoghi di cultura, assistito ad uno spettacolo al Teatro Pergola e mangiato in sagre e ristoranti, senza dimenticare i piatti preparati a casa… C’è stata la grande emozione di un volo in mongolfiera e la calma tranquillità delle sere trascorse sul divano a leggere o a guardare un film…

L’ACROPOLI DI POPULONIA

Visita al Parco Archeologico di Baratti e Populonia
Foto, informazioni e racconti della nostra esperienza visitando l’acropoli di Populonia: la zona dei templi, le mastodontiche logge, il mistero dei mosaici romani con figure Etiopi e i resti di antiche terme, fino agli splendidi panorami sulla costa e alla ricostruzione della Casa del Re dell’insediamento etrusco.

WEEKEND LUNGO NEL GOLFO DI BARATTI

Itinerario di 3 giorni tra Populonia, terme e degustazioni
Alloggiamo in un punto strategico: un B&B particolare e molto grazioso, il Relais del Pievano.
Da lì esploriamo la Costa degli Etruschi e l’entroterra: ecco il nostro itinerario tra terme e degustazioni di vini, ristoranti, visite guidate all’acropoli e alle necropoli del Parco Archeologico di Populonia e un trekking nei boschi e nella macchia mediterranea per scoprire calette nascoste!

DIMORE STORICHE NEL CENTRO DI FIRENZE (1)

Palazzi e giardini, cortili e terrazze privati e nascosti
Prima parte di un itinerario che inizia nell’Oltrarno, dal Giardino Torrigiani… Visitiamo poi Palazzo Gianfigliazzi Bonaparte, lungo il fiume, ci infiliamo nel cortile di Palazzo Bartolini Salimbeni e saliamo sulla terrazza dell’Antica Torre Tornabuoni per godere in un panorama a 360 gradi sulla città.

VILLA CASTELLETTI A SIGNA

Una storica residenza e un giardino da scoprire
Villa Castelletti merita senza alcun dubbio una visita approfondita; possiede, infatti, alcuni luoghi particolarmente belli e suggestivi, come il panorama dall’altana, e vanta una storia che si sviluppa attraverso alterni e importanti accadimenti…
Non si può non dedicare del tempo anche ad una passeggiata nel giardino, per essere trasportati nel tempo in un’oasi di tranquillità.

CHIESA DI SANTA MARIA NOVELLA

Visita alla basilica caratteristica del rinascimento fiorentino
Dalla facciata, in cui regna l’armonia rinascimentale realizzata da Leon Battista Alberti, all’interno di architettura gotica, tipicamente cistercense, scopriamo le opere d’arte di questa famosa basilica: il Crocifisso di Giotto e quello di Brunelleschi, la lunetta quasi nascosta dipinta da Botticelli, gli affreschi di Filippino Lippi e quelli di Domenico Ghirlandaio e tanto altro…

L’AREA ARCHEOLOGICA E NATURALISTICA DI PIETRAMARINA

Il Masso del Diavolo, gli scavi etruschi e un pranzo a Pistoia
Un percorso adatto a tutti, ricco di una suggestione magica e di grande interesse a diversi livelli: la natura sorprende con l’armonia dei lecci e di un bosco incantevole; gli scavi archeologici richiamano l’attenzione ad una storia di cui rimangono solo imponenti tracce; il masso del Diavolo racconta di leggende di uomini e donne del luogo, superstizioni, ma anche piccole verità nascoste, perché, se si arriva da soli, nel silenzio del bosco, scorgendola attraverso il lecceto, quella mastodontica pietra trasmette davvero un’area di sacrale mistero…
Infine, scopriamo il ristorante Secco di Pistoia, il cui menu vuole promuovere il valore delle bollicine italiane, nella graziosa cornice della pizzetta Spirito Santo.