TREKKING INTORNO A CAVALESE

5 semplici percorsi ad anello
Vicinissime a Cavalese, nel cuore della Val di Fiemme, cinque passeggiate adatte a tutti e per ogni gusto: panorami spettacolari sulla Catena Lagorai, fiori e pascoli, boschi ombrosi, cascate e ponti di legno, alberi monumentali che ci ricordano che siamo piccole miniature nella grandezza della natura…

L’EMOZIONE DELLA SALITA SUL LATEMAR

Giorni 8 – 9: Rifugio Torre di Pisa, Baita Feudo e Obereggen
Dopo il pranzo di Ferragosto a Baita Paradiso, l’ultimo giorno di vacanza ci dedichiamo all’escursione più impegnativa: ci inerpichiamo sul massiccio del Latemar fino ad arrivare alla famosa “Torre di Pisa”. Rimaniamo stupiti ed estasiati ad ogni apertura di roccia, ad ogni gola, di fronte al panorama che si apre e si richiude sotto di noi…

PANORAMA SUI MONTI E VISITA A CARANO

Giorni 6 – 7: una semplice escursione, una cena in un posto diverso e scoperte artistico-culturali
Dopo essere stati burlati dal meteo, che prometteva temporali e piogge, decidiamo di dedicarci ad una passeggiata fino alla Malga Malghette, che serve il tradizionale caffè di lupino, alla scoperta di un nuovo ristorante a Tesero e ad una visita approfondita del paese di Carano (tra il ritrovamento di un nuovo minerale, la fiemmeite, e storia e tradizione conservate al Museo Casa Begna).

ARTE E STORIA A CAVALESE

Giorno 4 – Visita al Palazzo della Magnifica Comunità e aperitivo
Una visita in questo splendido paesino, tra conventi di frati francescani e il palazzo rinascimentale che ospita il museo più importante a Cavalese. Alla scoperta delle incisioni dei carcerati nelle prigioni e dei brillanti fregi che affrescano le eleganti stanze dell’appartamento del principe vescovo. Facciamo anche un tuffo nella sorprendente arte sarda grazie ad una mostra temporanea!
Per concludere un aperitivo… riuscito solo a metà!

TREKKING SULL’ALPE LUSIA

Giorno 3 – Un anello tra panorami mozzafiato e laghi di montagna
Un giro sull’Alpe Lusia, nello splendido Parco naturale Paneveggio – Pale di San Martino: un itinerario impegnativo, ma con scorci magnifici. Passiamo dal Rifugio Lusia fino all’omonima cima, per poi scendere ai Laghi e giungere infine a Malga Bocche da cui si gode di un incredibile panorama sulle Pale.
Tornati a casa, una bella cena in una trattoria/pizzeria tipica, a gestione familiare…

IN VOLO SULLA VAL DI FIEMME

Giorno 2 – Un’incredibile esperienza in parapendio, una passeggiata e un pranzo da Tito
Il mio volo in biposto: ansie ed emozioni, ma soprattutto un paesaggio stupendo! Sospesi nel vento, non c’è spazio per altro che l’eleganza leggera di chi trova il proprio posto tra il cielo e la terra, nella tutela di entrambi, nell’entusiasmo di sfidare un limite nel suo completo rispetto. Per concludere la giornata una breve passeggiata per andare dal mitico Tito – Il Maso dello Speck, una vera istituzione…

RESPIRART: lo spettacolo della Land Art a 2.000 m.

Giorno 1 – Cena a Modena, bellezza e riflessione sopra Pampeago
Passando a Modena per una cena, arriviamo a Cavalese in piena notte, ma questo non ci ferma: il giorno dopo, infatti, ci dedichiamo ad una splendida passeggiata in un museo a cielo aperto. Opere che invitano a riflettere… Gli esseri umani si collocano sempre come spettatori, anche della natura: dovremmo, invece, considerarci parte integrante di essa, un granello in costante movimento, partecipe della sua immensa bellezza e del mistero del significato che custodisce.

NATALE IN VAL DI FIEMME

Parte II
Ecco altri luoghi magici da visitare sotto le feste (e non solo)… Cominciamo con un itinerario dei presepi da quello all’interno del bosco di Zanolin al museo a cielo aperto per le vie di Tesero e all’enorme presepe di Varena (con ben 100 personaggi). Passiamo attraverso l’antico ponte di Panchià e ci fermiamo a Predazzo per il mercatino natalizio e l’interessante Museo Geologico delle Dolomiti…