Altro La rivoluzione gentile

FEBBRAIO 2022

Oltre la guerra in Ucraina, spiragli di bellezza

È già trascorso il secondo mese del 2022… Con un finale tragico e terribile: la guerra in Ucraina. Non è intento di questo blog parlare di attualità o discutere di politica, questioni internazionali, dilemmi e disagi. Tuttavia, penso non si possa parlare di febbraio 2022 senza identificare almeno una data: giovedì 24, quando alle ore 4 del mattino le truppe russe hanno iniziato l’invasione. Una guerra senza senso, anacronistica per una generazione come la mia, incredibile soprattutto perché al termine di una pandemia durata due anni. Non ci sono parole; alcune delle famiglie che hanno adottato con AIAU ODV, l’associazione per cui lavoro, ci hanno scritto esprimendo solidarietà e dolore. Soprattutto mi ha colpita un’immagine: in tanti ci hanno detto “il mio cuore si è spezzato stanotte”. È una frase che sentiamo spesso. In questi giorni difficili, oltre al senso di impotenza e all’angoscia, al pensiero rivolto a chi è in Ucraina, all’orrore verso qualcosa che non ci appartiene, c’è l’urgenza di continuare a vivere, a dare supporto, a sperare.

1. FENICOTTERI AL LAGO DI PERETOLA E IL PODERE LA QUERCIOLA

Sabato 5 febbraio io e mia mamma abbiamo rotto gli indugi e, sebbene il numero di fenicotteri quest’anno sia di molto inferiore rispetto ai passati, ci siamo decise ad andare ad ammirarli da uno degli osservatori intorno al Lago di Peretola. Così, abbiamo guardato con caparbia insistenza una trentina di uccelli immobili, sonnacchiosi e inerti…

Ma non ci siamo demoralizzate! Abbiamo colto l’occasione per esplorare una parte nuova della piana di Sesto Fiorentino: l’area naturale del Podere La Querciola, dove solitamente è possibile vedere i cavalieri d’Italia e gli ibis… La fortuna non è stata dalla nostra, ma abbiamo potuto ammirare paesaggi stupendi e giochi di luci incredibili, oltre ad un topo che si abbeverava, alcuni passeri coloratissimi e un vanitoso cormorano.

Per maggiori informazioni sui fenicotteri e su come raggiungerli, ecco i nostri due articoli dedicati: Fenicotteri a Firenze e I fenicotteri tornano a Firenze.

Fenicotteri al Lago di Peretola.
Podere La Querciola - topo che si abbevera.
Podere La Querciola.
Podere La Querciola.

2. LE ERBE SELVATICHE

Sempre sabato 5 febbraio e sempre con mia mamma, mi sono dedicata ad una novità: la scoperta delle erbe selvatiche. L’azienda agricola Casamatta di Calenzano, infatti, ha organizzato un “Corso per scoprire le erbe spontanee” a cura di Andrea Papini. Purtroppo, il tempo non ci ha assistiti e la pioggia insistente ci ha costretti a riparare all’interno; tuttavia, è stata una mattina davvero interessante e ricca di informazioni (potenzialmente) utili. Soprattutto, abbiamo riflettuto su come la natura offrirebbe già di per sé abbondanza di cibi e di nutrienti, se l’uomo la sapesse rispettare e avesse imparato a vivere in armonia con essa.

Confesso che per me le erbe selvatiche sono un po’ tutte uguali, ma comprendo il fascino di saperle distinguere e mi piacerebbe riuscire ad imparare meglio a raccoglierle. Alla fine del seminario, infatti, ci siamo dedicati un poco alla raccolta ed è stato divertente (e un po’ frustrante). In conclusione, sono tornata a casa con un bel sacchetto di erbe, che ho dovuto lavare con cura (una fatica) e che ho poi cotto in padella, riscoprendone il gusto amarognolo e saporito.

Lezione sulle erbe selvatiche all'azienda agricola Casamatta.
Nomi delle erbe selvatiche.

3. FINALMENTE IN TRENTINO

Dopo la mancata vacanza natalizia (causa Covid, qui il nostro racconto), siamo finalmente riusciti a prenderci qualche giorno di ferie per tornare in Val di Fiemme… Ci siamo stati solo una settimana, ma è stata ricchissima di attività e la sorte ha premiato la nostra pazienza con una nevicata incredibile (la seconda di quest’inverno, dopo che avevamo avuto la fortuna di assistere già alla prima).

Un riassunto di quei giorni:

  • Abbiamo assistito all’alba a Passo Feudo, grazie all’iniziativa Ski Trentino Sunrise. E’ stata un’esperienza magica, imperdibile… Lorenzo ha poi colto l’occasione per fare la prima sciata del giorno ed io per inerpicarmi lungo i sentieri deserti. Abbiamo parlato dei tre percorsi tematici della MontagnAnimata in questo articolo. E per finire abbiamo anche avuto una scarica di adrenalina sull’Alpine Coaster Gardonè.
  • Abbiamo scoperto una nuova parte di Cavalese: il sentiero naturalistico che passa dall’antica chiesa di San Valerio… Buffo come io avessi già visitato questo luogo, mentre Lorenzo, che da trent’anni viene qui in vacanza, non ci fosse mai stato! Abbiamo deciso di seguire il percorso fino all’antica segheria veneziana risalendo attraverso il biotopo del Bronzin, con bellissimi scorci sulla città, sulla valle e su Castello.
    Un altro bell’itinerario proprio a Cavalese è la passeggiata fino alla pagoda, che abbiamo descritto dettagliatamente qui.
  • Abbiamo assistito al fenomeno chiamato “Enrosadira”: aderendo ad un’escursione del Parco di Paneveggio e delle Pale di San Martino, abbiamo ammirato da vicino il fenomeno per cui le rocce dolomitiche si tingono di rosa/arancio durante il tramonto… Questa visita ci ha permesso anche di scoprire una parte a noi ignota del Trentino: la rustica e tradizionale Val Canali.
  • Ci siamo divertiti con lo slittino a Malga Varena, tra Passo Oclini e Lavazè. Lunedì 14 febbraio eravamo praticamente da soli a passeggiare nei boschi innevati e a gettarci a tutta velocità lungo le due bellissime piste dedicate specificatamente ai bob!
  • Abbiamo pattinato sul ghiaccio al Palazzetto dello Sport di Cavalese. Con mia grande gioia non eravamo in molti… Le attività da svolgere in Val di Fiemme, oltre allo sci, sono state oggetto di uno dei nostri primissimi articoli sul blog: Natale in Val di Fiemme parte I e parte II.
  • Siamo rimasti bloccati in casa dalla seconda grande nevicata di quest’inverno… Un’atmosfera magica! In una giornata è caduto circa mezzo metro di neve e non potevamo non uscire a godercelo. Abbiamo quindi passeggiato intorno al Villaggio Veronza e percorso i nostri soliti itinerari, completamente diversi per il manto bianco che li avvolgeva… Qui potete trovare alcuni brevi percorsi intorno a Cavalese.
Veduta del Latemar dal Geotrail.
Federica fotografa San Valerio.
Enrosadira - Pale di San Martino in Val Canali.
Panorama sulla Val di Fiemme innevata.

4. AL TEATRO DELLA PERGOLA

Avrei dovuto immaginare che, una volta tornata a teatro, difficilmente avrei saputo resistere! Non immaginavo, però, che avrei prenotato addirittura per due spettacoli… Al primo, L’uomo invisibile, ovvero Mrs. Fairytale ho assistito insieme a Lorenzo, venerdì 18 febbraio, mentre al secondo sono andata addirittura da sola, esattamente una settimana dopo (mentre Lorenzo era a sciare).
Ovviamente non avevo la più pallida idea di cosa trattasse nessuno dei due perché ho seguito acriticamente i suggerimenti di mia mamma… E, come quasi sempre, è andata bene!

Teatro della Pergola - L’uomo invisibile, ovvero Mrs. Fairytale.
Federica e Lorenzo al Teatro della Pergola.
Teatro della Pergola - Piazza degli eroi.


Venerdì 18 febbraio abbiamo assistito allo spettacolo di e con Filippo Timi: L’uomo invisibile, ovvero Mrs. Fairytale, non si torna indietro dalla felicità. Grande attore e interprete, Timi ha riportato sulla scena un personaggio iconico, quello della casalinga anni ’50 che era già stata protagonista del suo Favola. Abbiamo passato una serata di grande divertimento, pur con qualche nota amara che non sfugge all’orecchio più attento… Inutile dire che l’intero spettacolo è retto proprio dalle straordinarie capacità recitative di Filippo Timi.

Venerdì 25 febbraio, invece, sono andata da sola a vedere Piazza degli eroi, prima rappresentazione in Italia dell’ultima opera teatrale di Thomas Bernhard (1988), il quale accusa esplicitamente il proprio Paese, l’Austria, di non aver mai davvero tagliato col passato nazista. Tutto ruota intorno al suicidio del professor Schuster, la cui figura emerge dai racconti e dalle prospettive dei suoi cari (la governante, le figlie, il fratello). Nonostante la lunghezza, l’opera mi è piaciuta tantissimo e in particolare ho amato subito la sceneggiatura, tanto che adesso vorrei leggerla… Mi ha toccata profondamente anche la grande attualità, la brutalità a volte cinica con cui viene dipinto un mondo caduto nell’abbrutimento e in un ipocrita egoismo.

Teatro della Pergola, platea.

5. UN LIBRO: CONOSCERE PER VIVERE

Con i moltissimi impegni di lavoro, formazione, viaggi e cultura, febbraio non è stato un mese di grandi letture. Infatti, dopo il bellissimo e breve romanzo di Paul Guimard, Le cose della vita (qui la mia recensione), non riuscivo a pensare di affrontare un nuovo libro di narrativa… La mia scelta è quindi ricaduta su un breve saggio di Giovanni Boniolo, che avevo comprato (credo io, a meno che non fosse stato un regalo…) alcuni anni fa e che giaceva quasi dimenticato sullo scaffale.

È stata una lettura alquanto piacevole, scorrevole grazie alla vena ironica/sarcastica che la caratterizza. Il libro è denso di spunti e di riflessioni, non solo da un punto di vista meramente filosofico, ma anche della cultura e dell’attualità. Ci porta a cercare di comprendere ad un livello più profondo la realtà in cui viviamo, così complessa e intricata, e inneggia al sapere e alla conoscenza, accompagnandoci nel ragionamento del perché essi siano così importanti.

Qui trovate la mia recensione completa e alcune citazioni del saggio!

6. FORMAZIONE SU SCUOLA, ADOZIONE E NON SOLO…

In attesa dell’inizio delle lezioni universitarie, previste da marzo, non mi sono fatta mancare qualche bella occasione di approfondimento:

  • Giovedì 11 febbraio ho assistito ad un seminario in diretta streaming sul ruolo dell’insegnante referente, curato da una grande professionista del settore, Anna Guerrieri;
  • Venerdì 25 febbraio ho partecipato ad un incontro, sempre online, organizzato dalle associazioni Genitori si diventa ODV e AFAIV APS. La relatrice era sempre la Prof.ssa Guerrieri, che ha trattato il tema “Adozione e affido a scuola: cosa sapere e come fare”, con un focus particolare sull’adolescenza e sul razzismo;
  • Come piccolo extra, mi sono connessa anche ad un seminario su un altro argomento: “Raccontare il volontariato giovanile”, curato da CESVOT. Mi interessava perché lo scorso anno con AIAU abbiamo realizzato un progetto proprio in seno a questa iniziativa (abbiamo vinto un bando dedicato ai giovani) e ho trovato molto utili le riflessioni e gli spunti di crescita proposti.

7. LA MOSTRA DI BENOZZO GOZZOLI A FIRENZE

Domenica 27 febbraio, dopo una mattinata impegnata in un seminario di lavoro, io e una mia collega, Costanza, ci siamo date appuntamento per vedere questa mostra a Palazzo Medici Riccardi: Benozzo Gozzoli e la Cappella dei Magi. Sebbene l’esposizione non sia molto ricca, vi sono alcuni pezzi interessanti e soprattutto una bella installazione in cui l’illuminazione ricrea i dettagli della celebre cappella. In generale mi è piaciuto il carattere lento e particolareggiato della mostra, che permette di addentrarsi nella pittura di Benozzo, cogliendone gli aspetti fondamentali. Così è possibile anche ammirare in modo più consapevole la Cappella dei Magi, che ci colpisce con la sua ricchezza e con l’abbondanza di dettagli, animali, vesti, particolari sontuosi…

Per un tour sala per sala, ecco il nostro articolo dedicato.

Particolare della Cappella dei Magi di Benozzo Gozzoli.
Federica e Lorenzo sul sentiero del trekking a San Donato in Collina.

8. TREKKING A SAN DONATO IN COLLINA

A febbraio abbiamo fatto anche una graziosa gita fuoriporta a San Donato in Collina, poco fuori Firenze: in occasione dell’annuale sagra delle frittelle di riso, abbiamo deciso di esplorare anche un po’ i boschi circostanti. Ci ha colpiti la scoperta di una natura così varia e di percorsi tanto affascinanti… Partendo dal Parco di Fonte Santa siamo arrivati fino al Poggio di Firenze, passando dalle rovine del Palazzaccio di Marcignano e ammirando le sculture in pietra arenaria che adornano il bosco e i prati.

Qui potete trovare tutte le foto e i dettagli del percorso. 

9. PIATTI NUOVI, TRADIZIONALI E SUCCULENTI

Febbraio è stato un mese dedicato da una parte all’assaggio di piatti nuovi, d’altra alla riscoperta di quelli tradizionali di Carnevale (in versione senza glutine).

Tra le scoperte non posso non citare il Kaiserschmarren, un dolce con uova, mele e uvetta, tipico dell’Alto Adige e che ho assaggiato per la prima volta durante la merenda al Cant del Gal, in Val Canali… Qui l’ambiente è caldo e accogliente, ci si sente a casa.

Per una cena particolare e raffinata, invece, devo nominare il ristorante di Anterivo, Kurbishof, dove ho mangiato un sedano rapa brasato, un risotto fantastico e un dolce divino, oltre a degli antipasti davvero sfiziosi.

Su TripAdvisor trovate la mia recensione di entrambi: Cant del Gal e di Kurbishof.

Kaiserschmarren al ristorante Cant del Gal.
Antipasti dello chef al ristorante Kurbishof.

Passiamo ora alla parte più tradizionale: in primo luogo le frittelle di riso! Se si segue la ricetta antica sono un dolce di per sé già senza glutine: noi le abbiamo mangiate calde (e ne abbiamo preso un bel vassoio) in occasione della sagra di San Donato in Collina. Ve la raccontiamo in questo articolo.

Altra riscoperta è stata la schiacciata alla fiorentina con la crema chantilly… Sono immensamente grata al fatto di vivere in un momento in cui è possibile trovare delle alternative senza glutine a tanti dolci tipici. In questo caso il capolavoro è stato fatto dalla Bottega Artigiana del Gusto: una delizia!

Frittelle di riso classiche e con uvetta alla Sagra di San Donato in Collina.
Schiacciata alla fiorentina con chantilly, senza glutine, della Bottega Artigiana del Gusto (FI).

10. MEDITAZIONE E YOGA

Dopo aver fatto meditazione per 50 giorni consecutivi (che traguardo!), ho deciso di dedicare un giorno alla settimana per seguire delle pratiche guidate. Per il momento le ho scelte tutte del Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana, che seguo molto volentieri e che spesso condivide i video anche in differita.

– Mercoledì 23 febbraio: Meditazione della Montagna, a cura di Roberto di Ferdinando;
– Mercoledì 16 febbraio: Meditazione del plenilunio, a cura di Massimiliana Molinari;
– Mercoledì 9 febbraio – Meditazione di Consapevolezza – Body Scan, a cura di Roberto di Ferdinando;
– Mercoledì 2 febbraio – Meditazione di Consapevolezza Aperta, a cura di Roberto di Ferdinando.

Infine, da metà gennaio ho ricominciato a praticare yoga a casa, un’ora per due volte la settimana: ne sono davvero felice! Sabato 26 febbraio, ho anche aderito ad una lezione in presenza, curata da Emanuela Brunetti, presso l’Istituto Yoga di Firenze, in via Lanza… è stato bello essere di nuovo in un contesto diverso dal mio salotto, con il tappetino e un’insegnante che guida la pratica dal vivo.

INFORMAZIONI

Pecore al pascolo al Polo universitario di Sesto Fiorentino.
Villaggio Veronza innevato.
Federica durante il trekking a San Donato in Collina.
  1. Podere La Querciola: https://www.cittametropolitana.fi.it/aree-protette-e-sentieri-turistici/podere-la-querciola/
  2. Azienda Agricola Casamatta B&B: https://azienda-agricola-casamatta.business.site/?utm_source=gmb&utm_medium=referral
  3. Trentino Ski Sunrise: https://www.visittrentino.info/it/articoli/outdoor/trentinoskisunrise
    MontagnAnimanta: https://www.montagnanimata.it/
    San Valerio: https://www.comunecavalese.it/Territorio/Luoghi-e-punti-di-interesse/Cosa-puoi-visitare/Torre-campanaria-di-San-Valerio
    Enrosadira Time: https://www.sanmartino.com/IT/enrosadira-time/
    Snowpark Malga Varena: https://www.visittrentino.info/it/guida/sport-inverno/parchi-gioco-sulla-neve/snowpark-malga-varena_md_649
  4. L’uomo invisibile, ovvero Mrs. Fairytale: https://www.teatrodellapergola.com/evento/mrsfairytale/
    Piazza degli eroi: https://www.teatrodellapergola.com/evento/piazzadeglieroi/
  5. Giovanni Boniolo, Conoscere per vivere: http://www.meltemieditore.it/catalogo/conoscere-per-vivere/
  6. L’insegnante referente: https://www.facebook.com/groups/adozionescuola/permalink/4842648135819590
    Adozione e affido a scuola: https://www.genitorisidiventa.org/iniziativa/adozione-e-affido-scuola-cosa-sapere-e-come-fare?fbclid=IwAR20Bzk8uPwW-l3QMTsp2EmeaHHu5VjIx2_Nf0rvAQUL3Mf15oXa5kri2x4
    Raccontare il volontariato giovanile: https://www.cesvot.it/formazione/corsi-di-formazione-e-seminari/raccontare-il-volontariato-giovanile-gli-esiti-del-progetto-i-giovani-il
  7. Benozzo Gozzoli e la Cappella dei Magi: https://musefirenze.it/mostre/benozzo-gozzoli-e-la-cappella-dei-magi/
  8. Trekking a San Donato in Collina: https://unpotpourri.it/2022/02/25/trekking-a-san-donato-in-collina/
  9. Cant del Gal: https://www.cantdelgal.it/it/
    Kurbishof: http://www.kuerbishof.it/index-it.php
    Sagra delle frittelle: https://www.cosafareintoscana.it/sagre-toscane/frittelle-a-san-donato-in-collina-2022/
    Bottega Artigiana del Gusto: https://www.bottegaartigianadelgusto.it/ 
  10. Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana: https://www.facebook.com/CentroStudidiPsicoterapiaeCrescitaUmana
    Canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCwwG0LtPkR6juBRLqP-Y5EA
    Istituto di Yoga: https://www.istitutoyogafirenze.com/


LEGGI ANCHE …

Potrebbe piacerti...